RIVA RONZINO

RIVA RONZINO

Appartenuto alla famiglia Rossi di Montelera delle distillerie Martini&Rossi, grandi motonauti degli anni 30.
Nel 1937, dopo una serie di successi Ronzino fu esposto nel salone Nautico di Milano e poi definitivamente rimessato nella villa Montelera sulle colline torinesi.
Ricoverata per circa 60 anni l’imbarcazione venne affidata al cantiere Erio Matteri.
Erio ha eseguito su Ronzino un restauro di tipo “recuperativo”, mantenendo tutte le sue parti originali in legno, tranne la sostituzione, assolutamente necessaria, delle paratie longitudinali della zona motore corrose e non più affidabili e di alcuni listelli di sostegno della coperta.
Originali sono rimaste anche tutte le parti in alluminio, soltanto rilucidate, e così le parti in ferro, riverniciate o ricromate.
Il racer del conte Rossi di Montelera è così tornato all’antico splendore, al tempo in cui vinceva Gran Premi.